Calendario Formazione

Gestire le difficoltà emotive, sociali e comportamentali per favorire l’inclusione nel contesto scolastico”

 Sede: l’Aula Magna dell’Istituto “Giovanni Paolo II” di Fabriano

 1° incontro (martedì 13/02/2018): L’Approccio Costruttivista-Strategico nei contesti scolastici. Eliminare le etichette diagnostiche. Creare i casi: La profezia che auto-realizza. “Le parole sono protettoli” Wittgenstein

 2° incontro (giovedì 8/03/ 2018): L’approccio Ricerca-Azione sul campo. Pensare fuori dalla scatola. Creare un Action Plan

 3° incontro (giovedì 22/03/ 2018): Le emozioni ….. riduttori di complessità? Una nuova lente per leggere le difficoltà negli studenti. Quando il senso comune o la logica ordinaria fallisce. Le logiche non-ordinarie: logica della contraddizione, logica del paradosso e la logica della credenza.

 4° incontro (giovedì 12/04/2018): Le difficoltà basate sulla Paura e sul Dolore; Le difficoltà basate sulla Rabbia e sul Piacere

5° incontro (giovedì 26/04/2018): Self-coaching: liberarsi dalle nostre trappole mentali per evitare il burnout.

Si allega il materiale relativo alla ottava e nona lezione del corso "Gestire le difficoltà emotive, sociali e comportamentali per favorire l'inclusione nel contesto scolastico"

Allegati:
Download this file (Lezioni 8-9.ppt)Lezioni 8 e 9

Si allega il materiale relativo alla settima lezione del corso "Gestire le difficoltà emotive, sociali e comportamentali per favorire l'inclusione nel contesto scolastico"

Allegati:
Download this file (Lezione 1 - Gestire le difficoltà emotive.pptx)Lezione 1

Si allega il materiale relativo alla sesta lezione del corso "Gestire le difficoltà emotive, sociali e comportamentali per favorire l'inclusione nel contesto scolastico"

Allegati:
Download this file (sesta lezione.ppt)Lezione 6

Text Document icon

Si comunica a tutti i corsisti del corso di formazione “Gestire le difficoltà emotive, sociali e comportamentali per favorire l’inclusione nel contesto scolastico” che l’elaborato finale “Creare un piano d’azione” dovrà essere consegnato:

Gli elaborati potrebbero essere utilizzati per ulteriori studi e approfondimenti in ambito scientifico. Si precisa che gli aspetti particolarmente adeguati ed utili degli elaborati saranno inseriti nella eventuale pubblicazione e che potreste essere contattati in merito ai futuri sviluppi ed approfondimenti scientifici.

Calendar iconSi comunica che a causa di impegni lavorativi improrogabili del dott. Gibson Padriac il calendario relativo agli incontri finali seguirà le seguenti modifiche.

Sede ed orari restano invariati: AULA MAGNA Ist. “M. Laeng”- Osimo, dalle ore 15.30 alle ore 18.30

Incontri

Contenuti

Docenti

VI
mercoledì
5 aprile 2017
Le difficoltà basate sul Dolore Dott. Papantuono M.
Dott.ssa Portelli C.
VII
venerdì
21 aprile 2017
L'Autonomia: dialettica tra "conflitto" e "riconoscimento" Prof. Carnevale A.
Dott. Papantuono M.
VIII
lunedì
22 maggio 2017
Le difficoltà basate sulla Rabbia Dott. Papantuono M.
Dott.ssa Portelli C.
Dr. Gibson Padraic
IX
martedì
23 maggio 2017

Le difficoltà basate sul Piacere

Dott. Papantuono M.
Dott.ssa Portelli C.
Dr. Gibson Padraic
X
lunedì
29 maggio 2017
Self-coaching: liberarsi dalle nostre trappole mentali per evitare il burn-out. Dott. Papantuono M.
Dott.ssa Portelli C.

Text Document iconCOMUNICAZIONE: Indicazioni per realizzare l’elaborato finale, corso di formazione “Gestire le difficoltà emotive, sociali e comportamentali per favorire l’inclusione nel contesto scolastico”

Si comunica a tutti i corsisti del corso di formazione in oggetto che l’elaborato finale “Creare un piano d’azione” dovrà essere consegnato in forma cartacea personalmente alla prof.ssa Redavid Antonella e in formato digitale Word, carattere 12, presso l’indirizzo email della prof.ssa Redavid: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seguirà una comunicazione più dettagliata sulla data di consegna dell’elaborato.

INDICAZIONI: CREARE UN PIANO D'AZIONE

1) IDENTIFICARE il Comportamento Problematico

Identificare un comportamento problematico nella vostra vita lavorativa scolastica con un bambino/ragazzo. Attraverso l'osservazione diretta e indiretta definire il comportamento nelle sue specificità.

 2) EVITARE ETICHETTE, anzi, piuttosto CONNOTARE POSITIVAMENTE

Si allega il materiale relativo alla quinta lezione del corso "Gestire le difficoltà emotive, sociali e comportamentali per favorire l'inclusione nel contesto scolastico"

Allegati:
Download this file (quinta lezione.ppt)Lezione 5
 
Copyright © 2019 CTI Osimo. All Right Reserved.
Design By Joomla Perfect