Text Document iconCOMUNICAZIONE: Indicazioni per realizzare l’elaborato finale, corso di formazione “Gestire le difficoltà emotive, sociali e comportamentali per favorire l’inclusione nel contesto scolastico”

Si comunica a tutti i corsisti del corso di formazione in oggetto che l’elaborato finale “Creare un piano d’azione” dovrà essere consegnato in forma cartacea personalmente alla prof.ssa Redavid Antonella e in formato digitale Word, carattere 12, presso l’indirizzo email della prof.ssa Redavid: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seguirà una comunicazione più dettagliata sulla data di consegna dell’elaborato.

INDICAZIONI: CREARE UN PIANO D'AZIONE

1) IDENTIFICARE il Comportamento Problematico

Identificare un comportamento problematico nella vostra vita lavorativa scolastica con un bambino/ragazzo. Attraverso l'osservazione diretta e indiretta definire il comportamento nelle sue specificità.

 2) EVITARE ETICHETTE, anzi, piuttosto CONNOTARE POSITIVAMENTE

 

3) DEFINIRE NEL DETTAGLIO il comportamento problematico: Quale? Quando? Dove? Con chi? Come questo comportamento avviene?

4) Presentare le DIVERSE PROSPETTIVE del problema: com’è il comportamento dal punto di vista dell’insegnante, del genitore, dei compagni di classe, ecc.

5) La Sensazione di Base: dal linguaggio verbale e non verbale del bambino/ragazzo, su quale SENSAZIONE sembra che il comportamento si basi (sulla paura, sul dolore, sul piacere, sulla rabbia)?

6) Qual è il tipo di RESISTENZA (collabora; vorrebbe...ma non può; è oppositivo; non è né in grado di collaborare né di opporsi)?

7) TRASFORMARE IL PROBLEMA IN UN OBIETTIVO che sia:

  • Specifico
  • Misurabile
  • Raggiungibile
  • Pertinente
  • Temporalmente definito

8) Effettuare un’ANALISI OPERATIVA o funzionale dello studente identificato (osservare il comportamento nelle varie situazioni)

9) Indagine Orientata al Problema:

  • (Tentate SOLUZIONI fallimentari) → Cosa è stato fatto finora? Quali sono stati i tentativi di soluzione fallimentari?
  • (tecnica: COME può peggiorare) → Come può peggiorare la situazione attuale?

10) Indagine Orientata alla Soluzione:

  • (tecnica: RICERCA Delle ECCEZIONI) → Ci sono delle Eccezioni? Quali sono gli ingredienti dell’eccezione osservata?
  • (tecnica: SCENARIO OLTRE IL PROBLEMA) → Se ci fosse un miracolo cosa cambierebbe nel bambino, in voi, nei compagni, nei genitori, negli altri?

11) POSSIBILI INTERVENTI:

Sulla base delle risposte date a queste riflessioni, quali sono le sue raccomandazioni.

CREARE UN PIANO D’AZIONE con un approccio top-down (tecnica alpinismo), ossia dall’alto verso il basso. Successivamente, mettere in atto l’intervento partendo dal basso (bottom up), partendo dalla cosa più piccola ma concreta identificata alla cose più grandi.

N.B. In caso di chiarimenti visitare il sito www.theocdclinic.it e scrivere alla mail.

 
Copyright © 2019 CTI Osimo. All Right Reserved.
Design By Joomla Perfect